Supporto

Presto saranno disponibili filmati  e testi per preparazione, installazione e uso di LinuxMindOS.2

Un infarinatura di cosa è Linux

....parlando di cosa e' Linux.
Linux e' un sistema operativo dalle risorse aperte, cioè disponibili a tutti gratuitamente e modificabili a vostro piacimento, ma non solo....
Innanzi tutto sfatiamo dei pregiudizi che si posta appresso:
- non e' vero che e' da programmatori
- non e' vero che e' piu' complicato di windows
- non e' vero che bisogna essere dei geni per installarlo
- non e' vero che se usi linux devi eliminare Windows dal tuo computer

Altresì possiamo affermare che:
- esegue gli stessi compiti di Windows
- e' piu' facile da imparare
- ha una procedura di installazione molto piu' semplice e rapida
- si puo' avere Windows e Linux nello stesso computer

allora vi chiederete....perche' usarlo se fa le stesse cose?
la risposta e' semplice....perche' fa le stesse cose piu' rapidamente e con piu' stabilita' anche su computer datati, figuriamoci su macchine recenti :-)

ma come funziona il tutto?
Diciamo che il tutto si sviluppa da un nucleo centrale, chiamato kernel, questi e' il motore del sistema, l'anima.
attorno al kernel gira tutto, e sul kernel vengono poi fatte le varie distribuzioni disponibili del sistema operativo.
Voi direte... di windows ce ne e' uno.....
Invece di sistemi operativi Linux ce ne sono tanti, tutti diversi, piu' o meno belli, piu' o meno famosi, piu' o meno adatti alla vostra macchina, ma tutti quanti gratis, personalizzabili, addirittura potete farvene uno vostro da distribuire in giro, completo di una vostra interfaccia grafica e dei vostri programmi preferiti, e badate bene che non e' nemmeno difficile, magari un giorno uscira' un VOSTRONOMEOS ver.1.0

 

Cosa vuo dire Sistema Operativo Libero

Vuol dire che per prima cosa non dovrete pagare licenze ne per il sistema ne per i programmi che ci installerete, e questo vale per chi vuole solo usufruire di Linux.
Ma vuol dire anche altro:
- Condividere con gli altri cio' che impariamo
- Condividere con gli altri le proprie esperienze
- Condividere con gli altri cio' che si sviluppa
- Collaborare per migliorare il sistema stesso e le sue applicazioni

Niente di obbligatorio sia chiaro, ma bene o male se uno partecipa poi ha i suoi vantaggi quando  e se si possa trovare in difficolta' con qualcosa.

Un altra peculiarita' dei sistemi Linux e' la disponibilita' di quasi 40mila software free di qualita' professionale, oltre la possibilita' di usare anche parte del software scritto per Windows attraverso un emulatore (anche se chiamarlo emulatore e' errato) di nome Wine.

 

Prepariamo l'hardisk

Innanzi tutto dovete sapere che tutte le distribizioni Linux una volta scaricate e masterizzate sul cd o dvd possono partire e essere viste in anteprima sui vostri computer senza installare niente, in genere tecnico si dice "Live", questo e' importante per vede se tutte le periferiche in generale vengono viste. E' chiaro che sara' una prova limitata ai programmi che usano solo le funzioni non accellerate dalla scheda grafica, ad esempio un programma che ha funzioni 3D non partira', ma ci si puo' fare un idea di quello che sara' il vostro futuro desktop. In pratica vien caricato tutto il sistema nella ram e il vostro hardisk sara' lo stesso cd, chiaramente non potendo salvare nessun file e impostazione.
Per fare il boot dal cd occorre entrare nel bios della scheda madre e settare come primo device di boot il vano cd/dvd.

scelta la distribuzione preferita occorre fare una seconda scelta:
- rinunciare a Windows, e allora basta formattare il vostro hd
-mettere Linux di fianco al vostro Windows

nel secondo caso bisogna allora fare spazio con il tool apposito che trovate in Windows stesso alla voce "gestione disco" che vi permette di ridimensionare lo spazio per far posto a Linux.
La scelta di quanto spetta a voi, ma diciamo che per utilizzare tranquillamente Linux bastano 40GB . In realta' la prima soluzione per iniziare puo' essere accettabile in quanto i sistemi Linux riescono a vedere e utilizzare la partizione di windows per accedere e scrive i dati, viceversa windows non vede la partizione formattata con Linux ( ma va....:-) ). Personalmente ho ridotto al minimo possibile la partizione windows, gia' sapendo pero' che quest'ultimo non lo userei cmq......

Una volta fatto lo spazio adatto possiamo far ripartire dal cd/dvd la live,arrivando fino al desktop e li troverete l'icona per iniziare l'installazione.
Ci saranno delle schermate di configurazione per la lingua, tastiera, ora e data, username e password, ma soprattutto il tool per installare correttamente nel posto giusto la vostra distribuzione.
In un partizionamento minimalista come puo' essere quello della prima volta possiamo dimensionare lo spazio creato prima, ad esempio 40 GB cosi' nel caso possedessimo 4 GB di ram sulla skeda madre:

- 32GB come "/" ,ovvero la partizione dove andra' tutto il sistema, programmi e dati, in gergo tecnico chiamata "root"
-4 GB come "swap", ovvero  uno spazio al quale accedera' il vostro sistema nel caso terminasse la vostra ram a disposizione.

 

Terminata l'installazione del sistema (circa mediamente 20 min.) verra' chiesto di spengere il computer e togliere il cd/dvd, al primo riavvio avrete come prima schermata il "grub", ovvero il bootloader dove sceglierete se avviare il sistema con linux o Windows usando i tasti freccia su e giu' e premendo enter per far partire il boot del sistema scelto.

Spesso e volentieri dopo la prima installazione non tutti i programmi sono localizzati in italiano, questo puo' succedere anche dopo successive installazione di nuovi programmi, per localizzare tutto in italiano basta andare in "impostazioni di sistema" sezione Lingua, installare cio' che il sistema automaticamente trovera' mancante, selezionare la lingua italiana e al prossimo riavvio tutte applicazioni saranno in italiano.

Complimenti, finalmente siete entrati nel vostro primo sistema operativo libero :-)

 

Driver della scheda grafica

Le nuove distribuzioni Linux sono in grado di riconoscere automaticamente tutto il parco hardware nella maggioranza dei casi, un esempio e' che per webcam, mouse wireless, stampanti, basta collegarli che essi funzionano. Nei rari casi di non riconoscimento cmq nei forum ufficiali e non delle varie distribuzioni si trova la soluzione al problema, solitamente postati dagli utenti stessi (ecco un esempio di condivisione).
Per le schede grafiche invece esiste due modi:
- i driver proprietari
- i driver ufficiali

I primi si possono installare tramite "Driver Aggiuntivi", sono preconfezionati da chi distribuisce il sistema e generalmente vanno bene su ogni macchina, sono stabili e ben testati e gli aggiornamenti vengono fatti direttamente quando ci sono quelli di sistema.
I secondi invece sono per chi cerca gli ultimi usciti dalla casa madre, devono essere scaricati dal sito del produttore e usare procedure particolari attraverso io termina a linea di comando, anche in questo caso nei forum del sistema trovate le guide ben dettagliate.

Consiglio: provate i primi, se le cose vanno bene ok, se c'e qualche problema provate i secondi :-), anche perche' i driver proprietari adesso sono aggiornatissimi alle ultime versioni della casa produttrice della vostra scheda grafica.